02 dicembre 2012

Se siete...


Se siete giovani, perché andare a votare? Il governo, e i partiti che lo sostengono, hanno l’invidiabile risultato di una disoccupazione giovanile ai massimi storici.

Se siete già anziani, dovrete invece lavorare quasi fino a settant’anni. Nella sciagurata Prima Repubblica le donne andavano in pensione a 55 anni, gli uomini a 60 (massimo).

Se siete donne, vedi sopra, oppure riflettete che mai come ultimamente siete “il filo di terra” di tutte le pulsioni malate e le disperazioni maschili. Vi ammazzano? Facciamo un bel convegno, una bella associazione, nominiamo un nuovo ministro.

Se siete magistrati, con il decreto “Ilva” il governo ha mostrato la considerazione che ha di voi: emettete una sentenza in linea con tutta la giurisprudenza italiana ed europea sull’ambiente, affidate ad una persona dell’azienda l’esecuzione. Questo se ne frega: lo arrestate. Quindi, arriva un bel decreto “della salute ce ne fottiamo” e voi tornate ad arrestare ladri di polli. Zitti e mosca.

Se siete operai, è presto detto: al governo non frega niente di voi, più presto vi estinguerete meglio è. C’è un intero pianeta per produrre: dalla Serbia alla Cina.

Se siete artigiani, al governo non frega niente se c’è lavoro, se i committenti pagano: ci sono gli studi di settore, no?

Se siete insegnanti, mancano i soldi anche per il sapone e la carta igienica: poi, fanno bei convegni e si sciacquano la bocca con le parole “educazione, scuola, università, ricerca”. Quindi sputano e si spartiscono i finanziamenti per la ricerca: il ministro chiude gli archivi perché le indagini non possano procedere.

Se siete agricoltori...oh, ma ancora esistete? Quando la smetterete d’arare i campi, cosicché potremo coprire l’Italia di monnezza e poi cementare tutto?

Se siete medici e infermieri preparatevi a sloggiare: il governo ha bisogno dei soldi della Sanità per i suoi affari. La quota delle tangenti è ancora troppo bassa, e le Regioni non campano.

Se siete economisti, vi sarete chiesti perché il tanto osannato “governo di salvezza nazionale” ha incrementato il debito pubblico di 3 punti, oltre l’invidiabile record raggiunto da Tremonti. Con la mannaia di tasse che hanno fatto scattare: domandatevelo un po’.

Se avete una casa, la proprietà è – in definitiva – dello Stato che vi chiede un affitto che si chiama IMU. Se avete una seconda casa, non preoccupatevi: presto non l’avrete più.



Se, invece, siete politici, grandi imprenditori, puttane di Stato, grandi truffatori, mafiosi, camorristi e n’dranghetisti non c’è mai stato periodo più florido: una manna.

Dovremmo perdere il nostro tempo per venire a votare il miglior aguzzino?

30 commenti:

roberto palmucci ha detto...

Se siete cazzuti/cazzute andate a votare e magari una volta tanto sceglierete bene. M5S

kingeagle ha detto...

Io sono un pavido. Le possibilità che mia astenga sono altissime. Il 'sistema' ha permesso al M5S di esistere e di crescere, perchè?
Siamo convinti che non sia l'ennesima truffa? Rimane una soluzione; votarli per creare caos e quindi aspettare il 'salvatore'? Già visto; già udito.
Siate voi il cambiamento dice grillo a lui basta raccogliere il consenso e dirigerlo di conseguenza. Dubbi tanti dubbi. Carlo tienici aggiornati e fai qualche previsione. Nel passato ne hai azzaccate parecchie.

MattoMatteo ha detto...

Carlo, articolo "stuzzicante", pero' mi sa che sappiamo entrambi che questa volta sara' diverso come suggerisce Roberto.
Non capisco invece la pavidita'. Basta informarsi e vedere cosa stanno facendo i nostri concittadini M5* che sono riusciti a vincere nei comuni, guardare cosa dice Pizzarotti durante le sdute comunali oppure informarsi di come agiscono in comuni come Mira:
http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/mira/2012/10/hot-lines---cellulari-bollenti.html
Ci si puo' informare anche della miriade di iniziative che M5* sta proponendo, come opposizione in centinaia di comuni.
Penso che con un po' di sforzo nel cercare le info si possa arrivare ad avere la coscienza tranquilla durante la fase di voto nelle prossime elezioni e scacciare la pavidita', a meno di non essere in buona fede...
Saluti a tutti.

kingeagle ha detto...

Forse sono diventato così perchè la mia 'fede' è stata carpita ed usata in malo modo. Comunque la libertà di scelta rimane prioritaria e personale.
Le informazioni ci sono, tante e constrastanti. Niente più atteggiamenti 'fidaistici'. La fede è morta.

MattoMatteo ha detto...

"La fede e'morta", pero' aspetti che Carlo ti dica per chi votare ... Almeno in Carlo la fede ce l'hai ...
Senza offesa mi raccomando.
Ciao

Carlo Bertani ha detto...

Cari ragazzi, ho sempre ricordato a tutti di rammentare "Balle spaziali", quando tutti inneggiano a "Grande Yoghurt" e lui risponde "Ehi, calma...sono solo uno yoghurt normale...".
Questo per dire come la penso in chi ha fede in me: anch'io sono dubbioso sul M5S, però è l'unica possibilità che ancora esista una politica.
Questo non impedirà la Grosse Koalition per sorreggere Monti, forse Bersani, l'ideale per loro sarebbe Renzi...in ogni modo, un bel gruzzolo di voti a Grillo li scoccia.
Per questo lo andrò a votare: con un pizzico di dubbio e qualche speranza, niente di più.
Il mio sostenere il M5S vale quasi quanto la scelta di non votare - con Eli ci abbiamo scommesso una pizza - e sono già molte le volte che non vado. Al referendum non trovavo manco più la tessera elettorale: stavolta no, c'è una (ir)ragionevole possibilità di rompere i cosiddetti e non me la faccio scappare.
Poi, ciascuno per sé e Dio per tutti, come dicevano i Moschettieri.
Grazie e continuate a discuterne, magari salta fuori qualcosa di nuovo anche per me.
Carlo

Eli ha detto...

Se siete intelligenti, non andrete a votare.
Perché avete già compreso (come kingeagle) che Grillo fa parte integrante del sistema. Lo ha detto lui stesso, in un'intervista a Massimo Fini pubblicata da Comedonchisciotte, di essersi buttato in politica affinché non fosse così palese lo scollamento della politica dal paese reale. E' solo un gate-keeper. Ma secondo voi, sarebbe arrivato dov'è se dietro non avesse avuto la massoneria? Una fazione diversa da quella di Monti, certo, ma sempre massoneria. Le differenze ideologiche sono solo specchietti per allodole, le divisioni sono solo apparenti ma non sostanziali, i suoi "devoti" sono certamente persone in buona fede, ma lui è un fasciodittatore, e ciò è intollerabile.

Il Sistema non avrà il mio voto. Mai.
E la pizza stavolta la vinco! (Visto che con Barbara ho perso).

MattoMatteo ha detto...

Premessa 1: So che mi pentiro' di aver postato questo commento, pero' ...
Premessa 2: Sempre senza offesa.
Mi piacerebbe essere intelligente ma vedo che da solo non ce la faccio quindi ho bisogno di aiuto, mi piacerebbe fare qualche domanda:
1) "Grillo fa parte integrante del sistema" e "sarebbe arrivato dov'è se dietro non avesse avuto la massoneria?". Potresti approfondire un po' di piu' questi due concetti? Mi sembrano un cincinin superficiali, manca l'analisi non cio' l'elmetto ....
2) "di essersi buttato in politica affinché non fosse così palese lo scollamento della politica dal paese reale" quindi sta facendo un favore all'attuale classe politica? Please discuss.
3) ultima domanda e la piu' importante, sei proprio sicura che quella roba che ti sta aromatizzando la casa sia solo incenso ...? :))))
With love
MattoMatteo

MattoMatteo ha detto...

Opss... Scusate la castroneria grammaticale. Brutto errore da fare su un blog di un prof di lettere ...

Eli ha detto...

Matto Matteo

io lancio il sasso, l'analisi occorre che la faccia tu per te! E' il momento di ragionare con le proprie celluline grigie e fare il salto di qualità, divenire soggetti e non più pecore in un gregge.

Il sistema è autoproteggente, consente l'ingresso solo a chi serve i suoi fini. Se Grillo non si fosse presentato, la percentuale dei non votanti avrebbe raggiunto il 60% e forse anche il 70%. Invece in questo modo s'incanala il malcontento, si raccolgono i voti delle persone in buona fede, degli ecologisti, degli anti-europeisti, di chi chiede una democrazia maggiormente partecipata.
Ed il gioco può continuare...Il gioco della falsa democrazia, della presa per i fondelli delle masse, della divisione e della propaganda.
Divide et impera!

La Grande Illusione può sbarcare nel Terzo Millennio rinnovata e trasformata.
Sempre gli stessi artefici hanno creato le religioni, il comunismo, il fascismo ed il nazismo, per imbrigliare le masse e dominare incontrastati. Hanno finanziato Lenin e Hitler, hanno lanciato le parole d'ordine per dominare incontrastati ed arricchirsi sempre di più, alla faccia dei popoli che vi hanno creduto.
Non importa se il burattino di turno si chiami Bush, o Clinton, o Monti, Tony Blair od Hollande, e magari Draghi. Lo scopo è sempre lo stesso: mantenere nelle stesse mani il potere ed arricchirsi sempre di più a spese dei popoli del mondo, cui vengono lasciate le briciole.

Ormai di questo parlano in tanti, con varie competenze e da molteplici punti di vista: Giulietto Chiesa, Gianni Lannes, Leo Zagami, per citarne alcuni. Dai un'occhiata a questo blog, il cui estensore ha dovuto chiudere e trasferirsi all'estero per minacce alla sua famiglia. Lui è il più completo ed il più competente in molti argomenti:

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/

Fai una ricerca tua personale, approfondisci, studia, scopri, non aspettarti risposte da altri: esamina gli scritti e trova la verità dentro di te.

Quanto al profumo che aleggia in casa mia, purtroppo è solo incenso. Ma se fosse quel che pensi tu, sai bene che comunque sarebbe qualcosa che apre la mente e mette in contatto con qualcosa di più profondo: l'intuizione e la consapevolezza.

With Love :-D



Carlo Bertani ha detto...

Ok, ho detto "discutete"...va bene...ma non scaldatevi troppo, che non serve.
Io non sono convinto di quello che sostiene Eli, anche se ho un ragionevole dubbio che possa aver ragione, perciò andrò a votare Grillo.
Che mi costa?
Se perdo, una pizza: al punto cui siamo giunti, non credo che il M5S - anche se fosse un false flag - potrebbe causare chissà quali danni.
Abbiamo votato per i comunisti, per i parastilisti, per i Padri Maristi...e adesso che qualcuno presenta qualcosa di accettabile non lo votiamo?
Mio padre mi diceva: tu fallo, al massimo poi dici che ti sei sbagliato.
La pago la pizza, stai tranquilla, credi che non tenga fede alle scommesse? -)))
Smack, Carlo

massimiliano p ha detto...


Secondo me il M5S serve come cuneo per scalzare questa classe politica dai loro scranni, quel che accadrà dopo si vedrà; purtroppo, in mancanza di progetti più ampi, si va avanti giorno per giorno.

Convinto? No, ma peggio di come sono andate le cose fino ad ora, non potrà essere.

MattoMatteo ha detto...

Eli,

Grazie per la tua risposta piena di spunti e suggerimenti, daro' una occhiata, essendo un complottista potrei trovarlo interessante, anche se il disegno mi sembra troppo grande, cose dovremmo aspettare per avere un po' di giustizia, la pace eterna?

Non ci stavamo scaldando, solo uno scambio di conoscenza...
See you later

Eli ha detto...

Matto Matteo

confermo: non ci stavamo affatto scaldando, anzi, trovo piacevole scambiare opinioni con te simpaticamente e con moderazione.
Questa volta il Nostro capitano ha preso una topica...che non è un ratto! :-D

Vista la tua vivacità intellettuale e la tua voglia di conoscere, e dato che parli anche inglese, ti posto questa conferenza di David Icke (in italiano). Ti occorreranno cinque ore (!) per seguirla tutta, ma credi, ne vale la pena. E' lui che mi ha aperto gli occhi, e sarò sempre grata all'amico che me l'ha fatto conoscere. Esiste anche il DVX accompagnato da un libro, è in vendita da Feltrinelli (anche on-line), e costa €28.00.

http://www.youtube.com/watch?v=4iKjHNR2Onc&feature=relmfu


http://www.youtube.com/watch?v=s79u4beuUZI&feature=relmfu


http://www.youtube.com/watch?v=W2ewhFlBfX0&feature=relmfu

See you later, alligator.
After a while, crocodile! :-D
e.

MattoMatteo ha detto...

Mi stai caricando di lavoro ...:)
Ho gia' letto varie cose di David Icke, e come tutto e tutti non prendo, for granted, al 100% quello che dicono. Nel caso particolare di Icke da una parte ha teorie molto interessanti e probabilmente giuste dall'altre parte se ne esce con panzane colossali (esempio i Rettiliani).
Comunque io cerco di leggere ed ascoltare un po' di tutto, poi traggo le mie conclusioni.
Di nuovo grazie per le info.
Ciao

Eli ha detto...

Se questo è il futuro, preferisco il passato. Remoto.

http://video.repubblica.it/dossier/scontro-favia-grillo-casaleggio-movimento-5-cinque-stelle/candidati-primarie-m5s-lorenzo-andraghetti-emilia-romagna/112608?video=&ref=HREC1-3

kingeagle ha detto...

Ho scritto 'forse la mia fede è...
E' questo il vero motivo per cui sono dubbioso. Sono costretto ad 'esternarmi' anche se non mi piace. La libertà di espressione qui è garantita ed io ne approfitto, considerato che valuto le analisi di Carlo con molta attenzione ma non ho nessun atteggiamento fideistico nemmeno nei suoi confronti. So per certo che non gli piacerebbe.
Ebbene io sono uno di quelli che è entrato nel movimento dall'inizio,a Genova, quando ancora non si parlava di liste ed eravamo invogliati a lavorare per l'IdV.
Mi sono dimesso il 30 settembre di quest'anno.
Ho lavorato molto per il movimento e non mi pento.
Domanda; perchè sei uscito proprio adesso?
Ho incontrato Beppe Grillo diverse volte. Non ha mantenuto la parola con il mio gruppo, dicendo una cosa per poi farne un'altra. Lui dice (anche sul blog) che non ne sa niente. Forse è vero ma io dubito; non parla con il suo staff?
Doveva lanciare un portale in stile 'liquid feedback' ma fino ad oggi è una piattaforma gestita dall'interno.
Doveva preparare la lista di chi si presentava alle elezioni in modo aperto ed invece ha presentato una lista di nomi su cui votare. Non sappiamo niente di loro. Non vado avanti; troppi anni da raccontare.
Mi metto in un angolo e aspetto.
Quando cade la fiducia..........

doc ha detto...

C'è, a questo proposito(di scommessa) un interessante opuscoletto di Pascal che, mi pare, si chiami proprio "la scommessa" la cui parte trainante consiste proprio nell'uso di una logica di tipo induttivo (come fa Eli: visto che è difficile che da solo poteva arrivare a tanto...allora è questo quello ed anche l'altro): insomma, avere "fede nel premio dopo la morte" è una ottima scommessa che parte da un vantaggio enorme e che, tra l'altro, non ti costa niente se...malauguratemente dovessi perdere. Quindi abbi fede, credici!

Ma anche Carlo, + o -, estrapola -dal passato, recente, recentissimo e remoto- una specie di atto di fede nel nuovo( confesso che è molto azzardato il paragone), rappresentato dal M5S con il capopolo Grillo&Co.

A questo punto serve che chiarisca la mia posizione. Io non vado a votare da quasi 10 anni, forte della convinzione che nessuno delle organizzazioni partitiche o meno avesse la "dignità" di rappresentarmi, semplicemente perchè tutti - + o - hanno contribuito a spogliare in modo progressivo la Nostra Carta Costituzionale e a fare dell'Italia una nazione senza Sovranità..

Oggi, accettando quello che dice Carlo, si potrebbe dire che il movimento va nella direzione del ripristino dei valori fondanti il contartto sociale uscito dalla Resistenza, ma...
ma ritengo che quasi certamente non voterò cmq.

I meet up mi fanno tenerezza e forse ci credono veramente che potranno fare una specie di "catarsi socio.politica" ma...
ma dimenticano gli strumenti che dovrebbero usare (parlo sopratutto dei meccanismi decisionali, cioè del vero potere economico distribuitivo delle entrate, che attualmente sono concentrati al 90% nel MEF, di cui non hanno nessuna dimestichezza, e che, anzi, ignorano del tutto).

Certo la corruzione con i casi lusi,belsito, etc.. fa scalpore, idem gli stipendi e le prebende delle caste idem ma.. ma siamo sempre a livello di centinaia di milioni ben distanti dai meccanismi esistenti che distraggono invece decine di miliardi di euro...

Infine, salvo la possibile scappatoia offerta dagli stessi trattati ue, di una uscita dall'eurozona, come dire, nel solco degli stessi trattati, il M5S è del tutto carente comne progetto di soluzione della crisi attuale che è di sistema, economico&politico: i pannicelli contro le caste, anche la lotta per la conservazione dei beni comuni ( molto meritoria), contro l'evasione, contro i finanziamenti all'editoria e a ai partiti etcc..
porteranno il M5S molto in avanti ma con gli strumenti che vogliono usare quelli che hanno indicato fino ad oggi si scontrerà con la loro inadeguatezza logistico&strumentale ad affrontare la vera piovra che soffoca il Nostro Paese.

Cmq ad ognuno va augurato un Buon Cammino...
Doc

MattoMatteo ha detto...

Ma si, giochiamo allo sfascio totale(magari i Maya ci danno una mano), se qualcuno prova a fare qualcosa deve avere un suo tornaconto personale o e' guidato oppure e' inesperto, peccato mortale quest ultimo, e se fosse troppo esperto e' un furbo che ti vuole fregare. Dietro Grillo ci sono i massoni (posso capire accusarlo di vendere troppi dvd ma i massoni...?) ... Barnard non va bene perche' per raccogliere i soldi per organizzare i convegni della MMT ha aperto un conto all'unicredit (Gianni Lannes docet). Allora restiamo qui di fronte alla tastiera a commentare sui massimi sistemi e sui motivi per cui uno non va bene e l'altro peggio.
Si potrebbe creare il partito dei Ponzio Pilato :))))

MattoMatteo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
MattoMatteo ha detto...

Paolo Barnard 24/12/2011:"1) La scelta di una banca è stata obbligata perché nessuna altra soluzione permetteva la funzionalità dei pagamenti. Per esempio Poste Pay ci permetteva solo 3000 euro di versamenti e poi si blocca il conto. Per non pagare commissioni sui 40 euro dovevamo registrarci come Onlus di beneficienza, per i bollettini postali ci voleva una vita a organizzarli e poi per i pagamenti all’esterno ci voleva una banca comunque, ecc. Ho scelto Unicredit per velocità, avendo già un conto gratuito attivo in essa."
Questo per Gianni Lanes non era sufficiente oppure una penna come lui non a tempo da perdere per informarsi ...?

il Nostromo ha detto...

Consiglio la visione del film:" Le montagne azzurre"

che generosamente, si fa per dire, Ghezzi ha fatto trasmettere sui rai3 in cose(mai)viste.

Non sto sponsorizzando la rai, s'intende, purtroppo la teca è blindata, e moltissimi film intelligenti sono sequestrati alla vista dei comuni mortali, introvabili, ormai.

Non c'è molta differenza tra il 1700 - la corte di Francia e sodali vs il popolo straccione, per intenderci - e l'odierna situazione politica-economica-sociale e via cianciando.

Anche i Signori del Mondo, a conti fatti, non riescono a dominare la burocrazia, ne hanno bisogno, e sempre, a causa di essa, avranno problemi.
Kafka docet.

Marx ha depotenziato il cristianesimo che stava uccidendo il suo Maestro;

il comunismo ha depotenziato Marx, l'ha quasi annientato;

la psicologia ha cercato di distruggere la genuina spiritualità, e il noi dell'appartenenza attiva... Jung ci ha messo una pezza:

la sociologia ha cancellato l'individuo, in favore dell'io-massa;

la logica formale e strutturalismi/cognitivismi vari, hanno affondato l'arte, l'ultimo residuo di umanità che ci rimaneva.

I media e la comunicazione/informazione ci hanno reso simili a Nio del film Matrix:

il capitalismo sotto forma di 4°,5° e 6° potere (includiamoci anche quello del divertisment) vuole trasformare l'intero pianeta, e se potesse, l'universo, in una società per azioni.

In tutte queste becere trasformazioni, mi pare di scorgere ancora Diogene con la lanterna in mano in cerca dell'uomo.

Che abbia semplicemente bisogno di un buon paio di lenti?

http://www.filmtv.it/film/46311/le-montagne-azzurre/

il Nostromo ha detto...

@MattoMatteo

Siamo nella fase reazionaria piccolo-borghese, contro la ristrutturazione del potere delle dirigenze che esercitano il controllo nelle più disparate forme.

Reazione e non rivoluzione.

Mi spiace per te, ma ci sono solo due strade:

La pace e questo porta ad un orientamento interiorizzante dell'interpretazione dei fatti e degli eventi...e ognuno sceglie la via mistico-spirituale che più gli si confà, anche e soprattutto, in termini politici, la disobbedienza civile.

La guerra: un esercito rivoluzionario organizzato, percorso che la Storia conosce molto bene...

Le reazioni...sono solo il desiderio delle masse di continuare a partecipare al banchetto che il sistema economico offre, non di cambiare radicalmente il sistema.

Cagnolini scodinzolanti che ogni tanto ringhiano verso le briciole che cadono dalla mensa dei loro padroni.

Ti consiglio questa lettura interessante.

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=9579

Ad majora

doc ha detto...

Costanzo Preve è sempre interessante da leggere, anche quando, in alcune sue esposizioni/motivazioni, non si è d'accordo con lui.
Era da un bel pò che non lo leggevo (molti suoi scritti si trovano nel sito di miguel martinez, kelebek) per cui ringrazio l'amico Nostromo per averlo segnalato.

Una delle caratteristiche che lo distingue in modo cristallino è la sua capacità di analisi che manca totalmente a tutto il panorama c.d politico italiano.

Non per questo si può dire che in fin dei conti Preve ( o, ad esempio, Carlo Bertani: la funzione svolta è simile) si sbatte "solamente" smanettando su una tastiera o altro e quindi non fa un kaiser...

Io, per ritornare a bomba, ho detto che non voto da circa 10 anni, ma sono andato a votare a favore dei referundum contro il nucleare e per l'acqua.

Ma, ripeto, nella situazione attuale, pur considerando i meriti di Grillo e del Movimento 5 Stelle, non posso non rimarcare la mancanza quasi totale di analisi critica... e di conseguenza, a parte alcune azioni benemerite ( che incidono molto nell'immaginario collettivo), non si sono dotati degli strumenti idonei ad incidere profondamente nel sistema attuale, quegli strumenti cioè che deriverebbero in modo logico/funzionale da una semplici analisi della situazione socio-economica come quella , per sommi capi, esposta da Preve.

Certo, vedrei un miglioramento se anzichè quello adottato per le parlamentarie, il movimento si fosse dotato PRIMa di una piattaforma liquid feedback molto più efficace per la costruzione di una democrazia partecipata dal basso. Ma questa è un'altra storia che, cmq, diventerà a breve una necessità per i tanti uomini di buona volontà che vogliono costruire una partecipazione popolare (secondo il significato nobile che Preve da a questo sostantivo).
Buona Vita a Tutti
Doc




MattoMatteo ha detto...

Ok, mi scuso, non volevo tacciare nessuno di "vagabondismo" :).
Sono solo dispiaciuto del fatto che persone oneste, come ritengo coloro con cui scambio opinioni su questo blog ma anche persone nella mia sfera di affetti, non si fideranno, per un motivo o per un altro, di altre persone oneste, come personalmente ritengo siano le persone del M5*, e questo la ritengo una grande occasione sprecata.
E come dice Swan "Io mi incaxxo a vedere sprecate le cose..." sopratutto con i tempi che corrono.
Thank you and good night!

doc ha detto...

Off topic ma nn troppo..
Oggi, anzi ieri, è arrivata l'incoronazione ufficiale di King George Napulitano...é un brutto giorno per la giustizia. E non solo per la Giustizia perchè questa sentenza di accoglimento
ha dimostrato che, lui, non era affatto il Morfeo dipinto da Grillo.

Buona Informazione a tutti
Doc

il Nostromo ha detto...

@MattoMatteo

non è questione di fiducia ma di scelta.

Io non trancio giudizi morali sui volenterosi del M5S entro nel merito del programma che non presenta nessuna soluzione per la de-industrializzazione e quindi per il nuovo modo di interpretare spazio-tempo-società produzione di beni materiali o immateriali e scambio adeguato degli stessi.

Mi aspetto un COSAAAAA!!! da parte tua, ma è così.

Eli ha ragione quando sostiene che Taranto è una Resident Evil ed è per questo che mi aspetto idee di bonifica di tutti gli ex-distretti produttivi in favore di eco-bio-sostenibilità concreta e che realmente dia opportunità di lavoro.

Ho già proposto questo ad appartenenti il M5S... risposte non ne ho ricevute e non credo ne riceverò.

buona vita

Carlo Bertani ha detto...

Non è più tempo di pannicelli caldi, se parliamo di produzione: il modello è desueto e va cambiato.
In ogni modo, io ho idee chiare in merito e le ho scritte nei miei libri: nessuno mi ha risposto, mai.
Carlo

MattoMatteo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
MattoMatteo ha detto...

@Nostromo,

Non so bene i dettagli ma penso che i 5* sono gli unici che propongono qualcosa a riguardo della sostenibilita'.
Ad esempio spingono moltissimo sulla raccolta differenziata porta a porta. Per esempio il raduno che fecero a Cesena:
http://www.tuttogreen.it/woodstock-5-stelle-rifiuti-zero-missione-compiuta/

Parlano di decrescita.

Sara' anche fatica che sciorinino nei dettagli tutto quello che intendono fare, invece di un programma avrebbero bisogno di una enciclopedia.

Io al momento sono contento di cosa hanno fatto fino ad ora e di quello che propongono, insomma sono soddisfatto del trend, "follow the trend, the trend is your friend..."
Ciao a tutti - nel caso ci sia ancora qualcuno.