09 novembre 2009

Carlo Giovanardi detto “il Terminator”


Osservate bene il viso di quest’uomo: costui è un “Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alle politiche per la famiglia, al contrasto delle tossicodipendenze e al servizio civile”, come si può leggere sul sito del Governo[1].
E’ la stessa persona che appena commentato la morte di Stefano Cucchi con le seguenti parole:

Stefano Cucchi è morto perché “anoressico, drogato e sieropositivo. Era in carcere perché era uno spacciatore abituale. La verità verrà fuori, e si capirà che è morto soprattutto perché era di 42 chili. (E’ la droga N d. A.) che ha devastato la sua vita, era anoressico, tossicodipendente, poi c'è il fatto che in cinque giorni sia peggiorato, certo bisogna vedere come i medici l'hanno curato. Ma sono migliaia le persone che si riducono in situazioni drammatiche per la droga, diventano larve, diventano zombie: è la droga che li riduce così.[2]

Aggiungo l’audio in una differente nota[3], perché è difficile credere che un personaggio che ha responsabilità di governo possa pronunciare simili castronerie.

Terminator/Giovanardi è per prima cosa un mendace, poiché afferma che Stefano era sieropositivo – la famiglia ha sempre ammesso la tossicodipendenza, ma sempre smentito la sieropositività – e dunque il Conan da Modena dovrebbe per lo meno citare le fonti. Se le ha.

Per seconda cosa è un pagano nel senso spregiativo del termine, perché pronunciando quelle parole ha abiurato non solo la (sedicente) religione alla quale appartiene, bensì dimostra di nemmeno conoscere i Vangeli, la vita del Cristo, la Pietas, la Carità, la Misericordia. E neppure mostra un po’ di comprensione per il dolore dei genitori.

Per terza cosa, Giovanardi riteniamo che abbia molte difficoltà nell’attività politica, come le ha qualsiasi non vedente. Non ci può essere altra spiegazione: Giovanardi è orbo, non ha visto sul viso di Stefano i segni delle botte, né il pietoso stato del suo corpo dopo la morte. Attenzione, sono immagini crude[4].

Per quarta cosa, ci sovviene il dubbio che Giovanardi millanti una Laurea in Legge, che non comprendiamo come possa aver conseguito, giacché quel corso di Laurea prevede un esame d’Italiano, e Giovanardi non sa leggere. Se sapesse leggere, avrebbe letto i referti medici dell’autopsia sul povero Stefano[5], nella quale sono state rilevate “lesioni ed ecchimosi nella regione palpebrale bilaterale…la rottura di alcune vertebre…presenza di sangue nello stomaco e nell’uretra”. Tutte causate dagli spinelli, ovviamente.

Fine dell’ironia.
Le affermazioni di Giovanardi sono di una gravità incommensurabile, di una tristezza intellettuale senza limiti, sono un vulnus che – in qualsiasi Paese civile – condurrebbero immediatamente alle dimissioni.
Non stiamo eccedendo né estremizzando: le uniche affermazioni che possiamo accomunare a quelle di Giovanardi sono le esternazioni dei Generali argentini e cileni, le quali tentavano di giustificare le pratiche dei vari “Squadroni della Morte” sudamericani.

Ma c’è un precedente ancor più sinistro e terribile: se, come si può evincere dalle parole di Giovanardi, Stefano è morto in quanto “drogato”, quindi “fragile”, “ineluttabilmente destinato” – non pensiamo di travisare il Giovanard-pensiero, perché altro non si può concludere dalle sue parole – Carlo Giovanardi s’affratella ad un altro individuo che sancì l’indegnità di vivere per i debilitati, i gracili, gli psicolabili. Era Adolf Hitler.

Buona famiglia, buon contrasto alle tossicodipendenze e buon servizio civile a tutti: siete in buone mani.


Articolo liberamente riproducibile nella sua integrità, ovvia la citazione della fonte.


20 commenti:

hendrix ha detto...

Aggiungerei che questa specie di essere umano ha sulla coscienza la morte di Cucchi, e non solo quella.

marco03 ha detto...

Mi fa piacere che risalti queste dichiarazioni in quanto sono talmente deprecabili da lasciare senza il fiato.Quando oggi ho letto le dichiarazioni del nostro pseudo ministro ho pensato ancora una volta al dolore di quei familiari che oltre a subire un atroce lutto e una grave ingiustizia si debbano anche cibare i sberleffi di un........ lasciamo perdere.Comunque da quanto ho letto sembra che Cucchi fosse uscito dalla tossicodipendenza da tre anni e come tu hai ben spiegato lividi e rotture non la provocano l' eroina.

Orazio ha detto...

Perché prendersela se poi lo avete votato, votato attraverso Berlusconi. Questa è la classe politica che la stragrande maggioranza degli italiani vota e ammira e si merita. Quindi niente lamenti concittadini. Berlusconi si appresta a farsi votare la prescrizione a vita dei suoi reati e gli italiani sono d'accordo. Il capo supremo dominerà padrone assoluto d'Italia con questa classe politica da lui personalmente scelta, in futuro altro che Giovanardi vedrete al potere. Carlo temo che fra pochi giorni vincerò la scommessa. Berlusconi vincitore e padrone d'Italia. Ahi serva Italia questo capo vuoi questo capo avrai.

Carlo Bertani ha detto...

Sul Terminator penso che ci sia poco da aggiungere: abbiamo tutti capito di che pasta è fatto.
Orazio, Orazio...aspetta a pretendere quel caffé...Marzo non è ancora arrivato...
Ciao a tutti
Carlo

Carlo Bertani ha detto...

Aggiungo una notizia dell'ultima ora:

Parma, muore dopo una notte in cella
La procura indaga per omicidio colposo

PARMA - La Procura di Parma ha aperto un fascicolo, ipotizzando l'omicidio colposo, per la morte di Giuseppe Saladino, 32 anni, un giovane di Parma trovato senza vita nella cella dov'era rinchiuso da meno di un giorno.

Il giovane è morto la notte di venerdì, la prima che passava in carcere dopo essere stato fermato nel pomeriggio dalle forze di polizia: nonostante la condanna a un anno e due mesi per furto con scasso (aveva razziato alcuni parchimetri) da scontare ai domiciliari, era stato sorpreso a passeggiare in strada.

"Voglio sapere tutto quello che è successo in carcere", ha dichiarato a Tv Parma la madre del giovane, Rosa Martorana: "In carcere è entrato un figlio sano e avrei voluto ricevere anche in uscita un figlio sano".

Fonte: http://www.repubblica.it/2009/11/sezioni/cronaca/morte-cucchi-2/parma-ragazzo-muore-cella/parma-ragazzo-muore-cella.html

Oh, ma cosa sta succedendo? Uno al giorno? Dopo Stefano per qualche spinello, Giuseppe che aveva scassinato qualche parcometro?Cos'è, un "pizzino" per quelli che ancora sono fuori?
Quando mai, i ladroni che arraffano sugli appalti e sulla sanità, si fanno un decimo della galera?

Diamoci una sveglia, in tanti

Carlo Bertani

ladnag ha detto...

non oso commentare nulla sulla persona di stefano cucchi. l'unica cosa che posso dire è di esprimere sincere condoglianze alla famiglia.

edimattioli ha detto...

IL MONDO ALLA ROVESCIA! e L'ADORAZIONE DEL DIO DENARO NON PREVEDE COSCIENZA ETICA ...
"Forse, se potesse, sarebbe proprio il povero Gesù a chiedere d’andarsene." e "Osservate bene il viso di quest’uomo ... un uomo che s’affratella ad un altro individuo che sancì l’indegnità di vivere per i debilitati, i gracili, gli psicolabili." e "Il sensus communis? La diligenza del bonus pater familias? Sconosciuti al portalettere."
'A LIVELLA per il grande Toto' era la morte, oggi, per noi e per i nostri figli, 'A LIVELLA è l'ambiente ...
Ultime dalla Città di Torino:
1)--sceglie di costruire l'inceneritore (Gerbido)
2)--elimina le discariche
3)--bombarda le nuvole per NON far cader la neve ...
da leggere >>> http://www.stefanomontanari.net/index.php?option=com_content&task=view&id=1890&Itemid=1 e da vedere http://www.youtube.com/watch?v=0stnpbHfdy4 per scoprire quale è il nesso che lega le tre notizie ...

Carlo Bertani ha detto...

Alla prossima, decideranno che la miglior cura per la dissenteria sono i tappi. Non c'è fine al peggio.
Ciao Edi, e grazie.
Carlo

doc ha detto...

Pero' ha chiesto scusa: perche' - dice lui- la famiglia si e' sentita offesa (che strano!!).
E ovviamente, lui, il (M)ostro ritiene che, dopo le scuse, tutto sia ....a posto!!
E' come quando - dopo una settimana di bagordi di ogni tipo - i nostri vanno dal Bagnasco di turno, si confessano e...chiedono perdono. E tutto torna limpido!!!
Donato Curcio

Carlo Bertani ha detto...

E' il concetto cattolico di confessione: anzi, la vulgata di quella che fu la vera confessione. Il pentimento? Ossia, quello stato d'animo che dovrebbe condurre a non ripetere l'azione? Chi era costui?
Per quelli come il Terminator, la confessione è un ticket, che stacchi una volta ogni tanto. Come i punti sulla tessera della Coop.
Penosi.
Ciao e grazie
Carlo Bertani

Andrea ha detto...

Commento Off Topic:

Ciao! Sono l'amministratore del blog "Ricette Blog". Che ne pensi di uno scambio link? :)

Blogroll di "Ricette Blog"

Orazio ha detto...

Carlo metto sul blog questo collegamento che ho preso dal sito del manifesto dove oggi hanno pubblicato un interessantissimo articolo sulle navi dei valeni.

http://www.ilmanifesto.it/archivi/fuoripagina/anno/2009/mese/11/articolo/1834/

http://www.infondoalmar.info/

Credo che la tua battaglia per sensibilizzare i nostri concittadini al problema delle navi dei veleni sta avendo successo.

Ciao

p.s.

Invece le scommesse con me le stai perdendo. Non vedi il Berlusca che impone la sua legge e va verso il dominio assoluto in Italia?

Carlo Bertani ha detto...

Grazie per i collegamenti, Orazio: vedremo cosa si può fare, sarebbe meglio allargare di più l'attenzione sul problema, essere in tanti.
Per quanto riguarda il Capoccione, non vedi che è alla frutta? La legge che sta per varare è incostituzionale! Finisce come il lodo Alfano!
Per questo, aggiungo alla scommessa (scade al 31 Marzo) un cornetto alla crema e/o una spremuta d'arancia. -))
Ciao
Carlo

mattia ha detto...

Ciao,Carlo
non commento giovanardi che non merita neanche un commento.
Ti scrivo perchè ti voglio far notare che sul blog di Grillo si parla da qualche giorno di pena di morte mascherata,
quello che tu avevi argomentato tempo fà in un tuo articolo.
Questo dovrebbe dare l'idea dell'importanza del tuo lavoro e del valore delle tue argomentazioni.
Continua così,hai tutto il mio appoggio.
Grazie,M.

Carlo Bertani ha detto...

Scusa, Andrea, non ti avevo risposto: non faccio scambi di link, perché la cosa mi porterebbe via troppo tempo. La mia attività di scrittore richiede parecchio tempo e qualcosa devo per forza "tagliare". Grazie, comunque, della richiesta.
Eh, Mattia, Grillo ha un'intera redazione al lavoro, mica è solo come me...
Oltretutto, è genovese ed i liguri sono buoni "pescatori": capito mi hai?
Grazie per il tuo sostegno
Carlo Bertani

doc ha detto...

Per fortuna il caso "giovanardi" ha avuto, di per se', gia' un risalto mediatico (dato il suo incarico, non poteva essere diversamente) per cui e' stato facile continuare - oltre che approfondire meglio- per molti siti di vera informazione....
Ma non lo e' altrettanto per molte altre questioni di pari importanza anzi, dal mio punto di vista, sono propodeutiche a tutto il resto per poter iniziare un'opera di bonifica , di rimozione delle decerebrazioni a cui da oltre 20 anni e' stato sottoposto il cittadino: i risultati di indifferenza verso gli altri, di assuefazione all'affaire a tutto i costi, di svuotamento dei valori della Ns Costituzione (forse la piu' bella esistente sul ns pianeta!!), della desertificazione della pietas dai rapporti sociali etc.. e' sotto gli occhi di chi vuol "vedere". Penso alla mancanza di notizie, spesso trattasi di utile superficialita', inerenti i capitoli di spesa, con annesse giustificazioni normative, dei vari comune,provincia,regione, stato dove si annidano le vere illegalita' consumate nell'indifferenza generale...
In molti casi trattasi di reiterazioni del reato di falsificazioni in bilancio, in altri di manipolazioni linguistiche, in altri ancora di interpretazioni "ottimistiche" del disposto normativo..., tutte con un denominatore comune: il danno e la beffa per i cittadini.
Donato Curcio

Carlo Bertani ha detto...

Per questa ragione - Donato - ritengo importante il lavoro di controinformazione.
Molti chiedono, da più parti, la formazione di una nuova formazione politica, per dare uno "sbocco" all'elaborazione politica che nasce dal Web, dall'associazionismo, ecc.
Sarebbe senz'altro una buona cosa, ma a priori c'è un lavoro quasi di "ricostruzione" della nostra vita, del nostro "sentire", che va attuata.
Per questo, non ritengo affatto che informare, scrivere, commentare, ribattere, discutere...sia tempo perso.
Ne abbiamo, anzi, gran bisogno: poi, quando ci sarà l'opportunità, un nuovo movimento "vaccinato" dal lordume berlusconiano (e non solo) vedrà la luce.
Ciao e grazie
Carlo Bertani

ladnag ha detto...

ehm...scusate... io non ho capito la scommessa:
1)Carlo=Berlusconi cade
2)Orazio=Berlusconi non cade
giusto?

la televisione è forte purtroppo. l'immagine di una persona che sa mentire vale più di tante argomentazioni tese a demolire la stessa immagine.
ci vorrebbero immagini altrettanto forti per sradicare dall'immaginario collettivo la sensazione che sia tutto uno stupendo atto sovversivo dei comunisti teso a ribaltare l'eccezzzziunale veramente cavaliere onorevole dottore silvio berlusconi alias il miglior presidente del consiglio dai tempi di mario e silla.

Carlo Bertani ha detto...

Caro ladnag, la scommessa fra me e Orazio parte da due diverse considerazioni.
Orazio ritiene che il potere mediatico/arruffone/populista dello Zoccoluto corrisponda in pieno ad una buona fetta d'italiani. Perciò, rimarrà.
Anch'io concordo con questa analisi, ma ritengo che la "festa" a Berlusconi sia stata decisa altrove, lontano dall'Italia.
Lui, e lo zoccolame che lo circonda, sono stati troppo ingenui e non se ne sono accorti per tempo.
Vedremo chi vincerà.
Siete tutti invitati a presenziare al pagamento della scommessa!
Ciao
Carlo

Orazio ha detto...

Si, Carlo, dici bene, l'utilizzatore finale di zoccole si aggrapperà al suo potere mediatico per rincitrullire l'Italia fatta di veline zoccolute, tronisti e massaie indementite da decenni di televisione trash. Correrà da Napolitano perchè sciolga le camere e andrà alle urne con la lega, quella dei posti separati negli autobus. Temo che vincerà con una violenta campagna mediatica. Uno spiraglio si potrebbe aprire se Veronica ottenesse dal giudice civile di Milano una televisione per se e i suoi figli rompendo il monopolio TV dell'arrapato di Arcore. Poi, Veronica, la metterebbe, (la TV), a disposizione dei nemici dell'ex marito. Una donna salverà la tenue democrazia italiana? Forse? non so, io ancora scommetto sulla vittoria schiacciante del nano eroticus, gli italiani si identificano in lui.
Ciao Carlo